+39 371 14 64 230

Caratteristiche del Percorso

«Non sono sicuro che sia chiaro quali ritengo siano le caratteristiche del percorso di chi vuole raggiungere una consapevolezza complessiva di Sé, o di chi si prefigge di arrivare ad aiutare altri in questo percorso.

Quando analizzo come strutturo un programma di esperienze o di tipo seminariale e mi pongo l’intento di trasferire le mie conoscenze a qualche malcapitato, di dare ordine ad un razionale percorso formativo, mi rendo conto che è realmente “indicibile”, nel senso che il motore è quasi completamente nell’emisfero destro del cervello, perlomeno come interfaccia; intuizione, visione globale, accessi ai livelli superiori del nostro Essere? Non lo so con certezza, forse un po’ di tutto questo.

Sicuramente occorre una formazione pregressa che permetta di conoscere sia la visione della psiche secondo la scienza ufficiale, sia di quegli elementi alternativi che magari fanno riferimento a conoscenze e a modelli dell’uomo molto antichi; tuttavia per strutturare un percorso esperienziale o formativo, la componente intuitiva che permette di risuonare naturalmente su una percezione olistica dell’uomo ma anche vedere, senza analisi riduzionistiche ahimè inutili, le connessioni tra i vari aspetti delle persone con le quali si intende lavorare, è essenziale.

Purtroppo qualunque riferimento mentale che dovesse ingorgarci, elementi della vita di tutti i giorni che possono angosciarci o ambasce di qualunque tipo, ci riportano inesorabilmente all’emisfero sinistro del cervello e al perdere l’accesso al motore dell’intuizione. Così ci si ritrova ad arrancare in faticosi tentativi di riconoscere ciò che sta accadendo, proponendo spesso situazioni esperienziali frammentarie e inconcludenti.

Quello che un formatore nella nostra Accademia è chiamato a attuare, non è una semplice acquisizione di nozioni, o la consuetudine dell’utilizzo di tecniche di vario tipo, ma l’attraversamento di una profonda messa in discussione della relazione con sé stessi, nel rispetto dell’assioma che sposiamo completamente, che recita: nessuno può accompagnare nessun altro, laddove non sia stato egli stesso».

A.F.

«L'alba ha una sua misteriosa grandezza che si compone d'un residuo di sogno e d'un principio di pensiero». Victor-Marie Hugo